Barbara Duran  - Passages

 

Roma, Studio Urbana, via Urbana 110  dal 16 al 24 aprile 2015, h. 16-20 e per appuntamento.

Vernissage  giovedì 16 aprile h.18. Catalogo in galleria

 

In occasione del vernissage alle h. 19.30 Lucio Damascelli, chitarra solo,   eseguirà sue composizioni originali.

                     

                       Info :  studiourbana@gmail.com - studiourbana1@gmail.com     www.studiourbana.net

 

Barbara Duran presenta il  progetto Passages  presso Studio Urbana , Roma , in collaborazione con la Galerie Metanoia, Paris. Opere ad olio su tavola di grande e medio formato, tecniche miste su carta e video, esposte a Parigi nell’ottobre 2013, integrate da nuovi lavori e con la proiezione del video ‘Meduses’, prodotto e realizzato dall’artista.

Scrive in catalogo Renato Miracco , art curator e addetto culturale presso l’Ambasciata italiana di Washington: (…) “L’arte contemporanea  non ci invita più alla dimensione estetica dello sguardo, ma alla vertigine  dell’ immagine in continuo cambiamento. E questa che può apparire solo teoria, nella produzione di Duran è  una delle peculiarità con una nuova apertura  a nuove formule,  nonché con una più attuale lettura dei canoni estetici sfruttando una liberazione senza precedenti di forme, colori, concezioni estetiche, attraverso il missaggio antropologico di tutte le culture e di tutti gli stili. Inoltre vi e’ quella spinta alla “trascendenza” che assume oggigiorno un valore ed un significato molto più ampio includendo la fascinazione per la finzione, per la creazione di mondi immaginari in cui il visitatore  entra trascinato dai sensi.” (…)

Scrive in catalogo Marc Higonnet, direttore della Galerie Metanoia : (…) “Nella sua esposizione a carattere autobiografico Barbara Duran, ci fa rivivere i tre mesi seguiti alla perdita di sua madre. Ma Passages non è una mostra triste, al contrario è un vero e proprio racconto per immagini (…) dove si scopre come la morte d’una madre divenga poco a poco punto fermo e segno nello svolgersi della vita, tappa inscritta nel processo della rinuncia, del prendere e del lasciare (…)                                               

Scrive in catalogo Anna Pintus, analista junghiana : (…) “ Tutta la sua opera - e Passages con particolare efficacia – testimonia l'esito creativo della trasposizione-trasfigurazione del processo della Memoria, mai pietrificata nelle fissità di un ricordo, mai identica a se stessa, perché costantemente rinnovata da apparizioni inattese, alterazioni e dimenticanza.” (…)

Barbara Duran, nata a Roma da famiglia cosmopolita, è pittore, videomaker e professore d’Arte. Su di lei hanno scritto, tra gli altri, Domenico Guzzi, Renato Miracco, Ornella Fazzina,  Lele Luzzati, Maria Teresa Benedetti, Marco di Capua, Annelisa Alleva, Ruggero Savinio, Teresa Macrì, Marco Bechis, Gaston Troiano, Massimo Nicotra, Patrizia de Rachewiltz, Anna Gioioso, Marc Higonnet. Anna Pintus.Tra le sue personali recenti: Panta rei, Paris 2014 / Passages, Paris 2013 / Luogo Segreto, Roma 2012 / Dimora del tempo, Roma- Sulmona, 2009  /  Vuelo en refleyo, Asunciòn 2007 / Di riflesso, Roma 2007 / Dicotomie, Roma,2004 / Monadi. Paesaggi della memoria, Roma 2001

Per ogni  approfondimento sulla sua attività:  www.barbaraduran.com